22 lug 2008

Rumori d'estate

Sere fresche e serene
Piene di luci, musica e allegria
Gente che ride con bimbi in festa.
Paesi che si riempiono di forestieri in cerca di quiete,
con le vecchie vie riaffollate di odori e fiori che sbucano da finestre e balconi.
Rumori della natura…fruscìo del vento caldo e leggero contro gli alberi
Cicale che continuano a cantare ininterrottamente.
Il rumore del mare alla riva
L’acqua che a tratti fredda e calda…regala dei brividi
Il mare limpido con i suoi dolci movimenti
Il rumore della sabbia che segna ogni passo.
Il sole che riscalda la pelle, mentre la luna rincuora emozioni
Luna profonda in mezzo ad un cielo stellato, che illumina le notti d’estate.
Il gallo che canta alle primi luci dell’alba mentre un nuovo giorno sta per nascere
Il sole che la mattina ti sveglia e non ti lascia più dormire
Il sole che tramonta e ti dà l’opportunità di assistere ad un grande spettacolo,
magari sulla spiaggia o in alta pianura
mentre tu rimani senza respiro guardando verso l’orizzonte infinito.

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Ciao Stefy,
come sei diventata poetica! :-P
Bel post, davvero.
Però permettimi un appunto: nella tua mirabile descrizione delle sensazioni di un'alba estiva (cito i versi):

"il gallo che canta alle primi luci dell’alba mentre un nuovo giorno sta per nascere
Il sole che la mattina ti sveglia e non ti lascia più dormire"

dimenetichi di menzionare gli operai che lavorano al palazzo a fianco, che puntualmente alle 7 iniziano a far girare quella dannata betoniera.
Quelli si che non ti lasciano più dormire :-P
Un bacione,

Paolo

darkrose ha detto...

Eilaaaa...come è bello sentirti!!!!
He he he hai propio ragione riguardo i vicini di casa...è propio una cruda realtà...
Spero che le vacanze procedano tutto ok...almeno non senti la betoniera he he he..,
Un grande abbraccio, mi ha fatto piacere moltissimo la tua visita sul mio blog...passa quando vuoi e commemta...commenta.
A presto ciao.